CONTENUTO DELLA PAGINA

CULTURA E TURISMO

CULTURA E TURISMO

Ambiente e territorio

  • Ubicazione: territorio Comunale di Onifai
  • Tavoletta tecnica regionale CTR 1: 10.000
  • Foglio di mappa IGM
  • Altitudine: 0-12 m s.l.m.
  • Accessibilità: buona
  • Proprietà: comunale e/o privata
  • Tempo di percorrenza: 5 h circa (in relazione all’interesse suscitato dal percorso
  • Raccomandazioni: eventuale scorta d’acqua. Per la visita ai siti archeologici è indispensabile una guida locale
  • Sport praticabili: ciclismo, trekking, equitazione
  • Eventuale calendario delle escursioni: tutto l’anno
  • Attrezzatura: strumenti per l’osservazione sul campo (binocolo, guide da campo, macchina fotografica)
  • Scala CAI: T

Distribuite in tutto il territorio di Onifai, sono numerose le testimonianze del periodo nuragico e pre-nuragico, dove a piedi, senza un grande sforzo e con notevole soddisfazione, si possono toccare le più importanti tappe in cui storia e natura si fondono.

Partendo per un viaggio attraverso il tempo, vi offriamo di seguito, la descrizione di alcune mete archeologiche del territorio di Onifai:

Nuraghe 'S’Iscampiatòrju'

Una volta giunti a Onifai, dopo aver attraversato il ponte sul Fiume Cedrino, si imbocca a destra la circonvallazione che porta all’altopiano basaltico “Su Gollei”, dove è presente, appunto, il nuraghe “ De S’Iscampiatorju ”.

Nuraghe “Latas”

In prossimità del cimitero, si imbocca la strada comunale Onifai - Su Vitichinzu (a destra, se si proviene dal centro abitato di Onifai, a sinistra, se si proviene da Irgoli) e la si percorre per circa 1,100 km fino a giungere in prossimità della località “Latas”. A questo punto si parcheggia l’auto e si prosegue a piedi sulla sinistra lungo una strada di penetrazione agraria, dopo 100 m si gira a destra e a 30 m dalla curva, si possono osservare, sulla sinistra, i resti del Nuraghe “Latas”.

Domus de Janas Loc. “Istiolài”

Dopo aver visitato il Nuraghe Latas si riprende l’auto, si prosegue sulla strada asfaltata per km 1,300 per arrivare al successivo incrocio dove si trova l’indicazione per una Domus de Janas, da qui si prosegue per altri 200 m, si svolta a destra su una carrareccia e la si percorre per 600 m, a questo punto, a sinistra, si può intravedere una piccola Domus in loc. “Istiolai”.

Domus de Janas Loc. “Doddoi”

Visitata la Domus in Loc. 'Istiolai', si ripercorre a ritroso il tratto di strada che porta all’incrocio precedente, si svolta a destra e una volta giunti al successivo svincolo si prosegue a sinistra per km 1,600, a questo punto dopo 400 m è possibile parcheggiare l’auto e a 30 m sulla sinistra, in corrispondenza di una proprietà privata in località “Sae Doddoi”, è possibile ammirare, un’altra Domus.

Nuraghe “Osàna”

Una volta ripresa la strada principale Onifai - Su Vitichinzu, proseguire fino all’incrocio dove è presente il cartello che indica la direzione della prossima meta, il Nuraghe di “Osana”, distanza circa 3 Km.

Domus de Janas Loc. 'Oddoène'

Ritornati all’incrocio precedente recante il cartello in legno che indica il Nuraghe di Osana, svoltare a destra e proseguire per altri 2,800 km, fino ad incontrare, sulla sinistra, una strada di penetrazione agraria e una piccola piazzola in cui è possibile lasciare l’a uto e proseguire a piedi per circa 150 m: la Domus sita in loc. “Oddoene”, è chiaramente visibile dalla strada.

Torna all'inizio della pagina

AIUTI, SOTTOMENU DELLA PAGINA E ALTRE SEZIONI DEL SITO

Torna all'inizio della pagina